ABOUT MEDIS PROGRAM

BACKGROUND

Il sistema educativo europeo attualmente sta affrontando un’importante sfida dovuta alla presenza di un numero crescente di migranti in situazione di difficoltà socio-economica. Questa situazione ha risvolti importanti per i sistemi educativi di vari paesi europei. Le scuole infatti si trovano a dover gestire nuove priorità ed esigenze per poter garantire un’educazione inclusiva ed allo stesso tempo di qualità. L’istruzione gioca un ruolo fondamentale nel fornire gli strumenti che i giovani migranti hanno bisogno per integrarsi e diventare cittadini attivi nel paese ospitante. Pertanto nelle classi e nelle scuole è necessario accogliere e gestire la crescente diversità linguistica e le nuove sfide e prospettive culturali. Vi è il bisogno di sviluppare nuove competenze didattiche inclusive assieme a nuovi modi di costruire dei ponti con le famiglie e le comunità migranti. I ragazzi migranti spesso affrontano sfide difficili quali vivere in difficoltà socio-economiche, barriere linguistiche e sociali, pregiudizi sulla propria cultura di appartenenza e problemi in ambito educativo. Tutto ciò molto spesso è causa di esclusione sociale, difficoltà nell’apprendimento e abbandono scolastico prematuro.

MEDIS contribuisce A SUPERARE QUESTE SFIDE

Il progetto MEDIS dunque si propone di rafforzare e consolidare la coesione sociale, l’educazione interculturale e la conoscenza linguistica di studenti migranti neoarrivati frequentanti le scuole primarie e secondarie di sei paesi europei (Spagna, Cipro, Grecia, Bulgaria, Italia e Portogallo) attraverso il Programma MEDIS – Mediterranean Inclusive Schools. Il programma adatterà competenze didattiche e metodologie inclusive in base ai bisogni della comunità scolastica: insegnanti e studenti.

OBIETTIVI del progetto MEDIS

I seguenti obiettivi specifici sono stati stabiliti all’interno del progetto:

  • Adattare il Piano Catalano di Lingua e Coesione Sociale (Plan LIC) in base all’analisi dei bisogni e del contesto dei sistemi scolastici ed includere iniziative a livello locale/regionale che possano promuovere il programma MEDIS a livello dei paesi del Mediterraneo.
  • Migliorare le competenze degli educatori (insegnanti, psicologi, consulenti, ecc.) attraverso corsi di formazione su metodologie inclusive e approcci pedagogici.
  • Favorire l’inclusione sociale in almeno 90 scuole primarie e secondarie in Spagna, Grecia, Italia, Cipro, Bulgaria e Portogallo implementando e testando il Programma MEDIS.
  • Stabilire contatti, firmare accordi d’intesa ed elaborare raccomandazioni politiche per le autorità pubbliche su vari livelli (locale, regionale, nazionale ed Europeo).
  • Sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema dell’inclusione sociale dei giovani migranti nelle scuole e promuovere la diversità culturale e la tolleranza negli ambienti scolastici.

RISULTATI ATTESI

90 Scuole di sei paesi nell’area del Mediterraneo adotteranno il programma inclusivo MEDIS, agevolando l’integrazione di giovani migranti provenienti da differenti background culturali e linguistici.

BENEFICIARI

Il progetto si rivolge alle scuole e agli educatori scolastici (insegnanti, psicologi, consulenti) per migliorare le loro competenze professionali attraverso metodi ed approcci necessari per favorire l’integrazione degli studenti migranti.

I beneficiari finali del progetto sono i giovani migranti e le loro famiglie a cui verrà fornita un’opportunità per acquisire consapevolezza sui valori e i diritti fondamentali del paese ospitante e diventare così parte integrante della società.

SFIDE DA SUPERARE

I ragazzi migranti spesso affrontano sfide difficili quali vivere in difficoltà socio-economiche, barriere linguistiche e sociali, pregiudizi sulla propria cultura di appartenenza e problemi in ambito educativo.

Alcuni dei temi cruciali e intersettoriali che affrontano sono i seguenti: